Il Garante della Protezione dei dati, a seguito delle osservazioni fatte in merito alla fatturazione elettronica che abbiamo già comunicato agli associati, ha reso noto il risultato dei  lavori della commissione costituita con l'Agenzia delle Entrate e il MEF, ed ha  chiarito  la propria decisa posizione in merito all'esonero dalla fatturazione dei soggetti che erogano prestazioni sanitarie: niente  fattura elettronica né per le prestazioni trasmesse al sistema TS nè a quello non trasmesse al sistema TS. Per il Garante quindi i soggetti che erogano prestazioni sanitarie hanno l'obbligo di esonero dalla fatturazione elettronica tout court per le prestazioni sanitarie, almeno fino a quando non verrà garantito quanto previsto a protezione dei dati personali dalla normativa vigente in materia. E per questo  ingiunge all’Agenzia delle entrate di dare idonee istruzioni a tali soggetti “affinché in nessun caso sia emessa una fattura elettronica attraverso lo SDI concernente l’erogazione di una prestazione sanitaria, a prescindere dall’invio dei dati attraverso il sistema TS in modo da evitare trattamenti di dati in violazione del Regolamento e del Codice da parte dell’Agenzia stessa e di tutti i soggetti a vario titolo coinvolti nel processo di fatturazione elettronica." Per ciò che riguarda la fatturazione del trattamento alberghiero siamo in attesa delle disposizioni chieste all'Agenzia delle Entrate. Appena avremo novità le comunicheremo.