Una “visita” di 12 ore, dalla mattina alle 12. A compierla, venerdì scorso, sono stati i Carabinieri su incarico della Procura della Repubblica di Milano, che sono entrati nei locali dell'Aifa, l'Agenzia italiana del farmaco, in via del Tritone 181 a Roma. Ufficio prezzi e direzione generale sono stati gli uffici in cui sono state eseguite le perquisizioni.
Almeno tre, a quanto si apprende, i filoni su cui è stata cercata documentazione. Anzitutto il costo d'acquisto del farmaco anti epatite C, Sovaldi. Ma anche l'attività di due persone con ruoli specifici nell'Agenzia. Infine il contratto con una società per l'elaborazione dati per l'Aifa. Nulla è trapelato in merito all'indagine.