Dalla Fondazione Don Gnocchi, alla Fondazione Centri di Riabilitazione Padre Pio, dagli IRCCS S. Lucia, Auxologico, Stella Maris, Santa Lucia, alle varie sedi dell’ICS Maugeri, sono tante le realtà di riabilitazione della rete ARIS ad occuparsi sempre più di domotica.

La domotica, conosciuta anche come building automation, è la disciplina che studia l’integrazione tra diversi dispositivi per migliorare la qualità della vita domestica.

La predisposizione di un “sistema integrato” domotico può essere un modo per agevolare la vita delle persone che hanno delle difficoltà al fine di realizzare sistemi di gestione autonoma dei diversi dispositivi all’interno delle abitazioni. Rappresenta la possibilità di realizzare autonomamente specifiche funzioni; essere agevolati ed assistiti nelle azioni domestiche; accedere sia a rapide connessioni esterne per il soccorso in caso di emergenza che all’assistenza a domicilio “da remoto”, attraverso i dispositivi di home care e di telemedicina.

Gli impianti elettrici, gli elettrodomestici, le diverse apparecchiature, con i dispositivi per la navigazione in internet e gli impianti di riscaldamento/raffrescamento, ecc. funzionano come attrezzature singole prive di connessione. Un sistema domotico, ovvero un impianto articolato, in grado di gestire e controllare le diverse automazioni consente di mettere in rete le diverse funzioni (riscaldamento, illuminazione, movimentazione, ecc.) allo scopo di gestire e controllare le diverse automazioni e produrre più alti livelli di efficienza in diversi ambiti: consumo energetico; qualità della vita e della sicurezza; progettazione, installazione, manutenzione e utilizzo della tecnologia; costi e modalità di gestione; comunicazione con l’esterno. Il controllo dell’intero sistema domotico può avvenire attraverso la gestione locale e/o da remoto in relazione alle specifiche necessità dell’utilizzatore ed in relazione al tipo e al numero di funzioni da controllare.

Le aree di applicazione dei sistemi domotici sono:

 la sicurezza: protezione personale e dei beni;

  • la sicurezza: protezione da eventi che producono danni agli ambienti e ai suoi fruitori;
  • il comfort: riduzione e semplificazione nell’uso dei meccanismi;
  • la gestione energetica: riduzione dei consumi e costi energetici e delle fonti di inquinamento;
  • la salute e il benessere: miglioramento, ottimizzazione ed incremento nell'assistenza, nella sicurezza e nella cura della persona;
  • l’informatica e la comunicazione;

 tutte riconducibili a precise funzioni nell’uso dell’ambiente domestico e nel supporto alla persona che lo utilizza.

Dal punto di vista tecnico/impiantistico il “sistema integrato” per essere considerato domotico deve rispondere a precise caratteristiche tecniche definite nella norma tecnica - CEI 64-8; V3 - Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua - gestendo in modo integrato almeno quattro funzioni tra quelle contenute nell’elenco, che sono: impianto di sorveglianza antintrusione; controllo dei carichi di energia elettrica; gestione della temperatura; gestione comando delle luci; automazione di serrande; remote control via mobile; impianto hi-fi diffuso; sistema anti allagamento e rilevazione fumi e/o gas.

Gli interventi di building automation sono compresi tra quelli di riqualificazione energetica degli edifici per i quali è possibile accedere alle agevolazioni fiscali previsti fino al 31 dicembre 2018 (misura modificata nella Legge di Bilancio 2018 - Legge 205/2017). L’iter comprende il rilascio dell’attesto di prestazione energetica (conosciuto come APE, redatto da un tecnico qualificato) e l’aver ottemperato alle procedure di comunicazione della documentazione previste dall’Enea, che le ha in carico.

La documentazione specifica e ulteriori approfondimenti sono disponibili nel sito web dell’Enea nella sezione dedicata www.acs.enea.it/vademecum/ e al sito web http://finanziaria2017.enea.it/index.asp per la compilazione e invio della dichiarazione di detrazione.

 

Aggiornamento Convenzioni