“Dobbiamo tutelare l’infanzia e in quest’ottica potrebbe essere molto utile la funzione svolta dal medico scolastico. Una figura scomparsa che potrebbe essere molto utile su temi riguardanti infanzia e adolescenza”. Così il ministro della Salute Giulia Grillo, intervenuta all’evento “L’Inps e la tutela assistenziale dei minori”, organizzato recentemente a Roma per valorizzare e attivare sinergie tra Inps e strutture sanitarie.

“La figura del medico scolastico potrebbe essersi molto utile su temi quali quelli della sessualità, e per dare risposte a fenomeni che coinvolgono la sfera psichica dei giovani, come la depressione sempre più precoce – ha spiegato il ministro – ma anche per contrastare fenomeno delle dipendenze con un eccesso di consumo di tabacco e alcol. Una figura che un tempo esisteva e il cui spazio andrebbe riempito anche con figure terze, estremante qualificate, e modulate in base all’età dei bambini e degli adolescenti”.

Una presenza, quello del medico nelle scuole, che, a parere della Grillo, potrebbe aiutare anche sul fronte delle vaccinazioni.