Nel 2019 le Regioni hanno incassato per i ticket sanitari € 2.935,8 milioni, di cui € 1.354 milioni per prestazioni specialistiche e € 1.581,8 milioni per farmaci. Di questi il 29% è relativo alla quota fissa per ricetta (€ 459,3 milioni pari a € 7,6 pro-capite) e la quota differenziale sborsata per i farmaci “griffati” ammonta a € 1.122,5 milioni (€ 18,6 pro-capite).
Il nuovo report dell’Osservatorio GIMBE conferma notevoli eterogeneità regionali relative alla compartecipazione alla spesa sanitaria che richiedono interventi differenziati, tra cui azioni concrete per promuovere i farmaci equivalenti, in particolare nelle Regioni del Centro-Sud.