Semaforo verde dalla commissione Affari Sociali sulla cosiddetta “ manovrina”  varata dal Governo lo scorso 11 aprile finalizzata principalmente all’aggiustamento dei conti pubblici per un totale dello 0,2% del Pil e per un importo complessivo di 3,4 miliardi. I deputati della XII commissione, nella seduta di ieri, hanno approvato il parere modificato, presentato dalla relatrice Donata Lenzi (Pd), contenente sei osservazioni. Le richieste al Governo spaziano dallo sblocco del turnover per ovviare al rischio di una mancata erogazione delle prestazioni previste dai Lea, al reintegro della dotazione del Fondo nazionale per le politiche sociali e di quello per le non autosufficienze, e ancora dalla previsione di una disposizione che vincoli il finanziamento del Fondo sanitario nazionale e i trasferimenti al Fondo nazionale per le politiche sociali e al Fondo per le non autosufficienze alle loro rispettive destinazioni, fino all'introduzione di una disposizione che consenta il rinnovo della convenzione concernente il servizio di compilazione dell'Isee presso i Centri di assistenza fiscale (Caf).