Verificare l’efficacia di un modello terapeutico multisistemico di presa incarico del bambino con disturbo dello spettro autistico è quanto si prefigge lo studio “Intervento multimodale precoce per bambini con Disturbi dello spettro autistico – Implementazione del Modello Italiano”.

Coordinata dall’Istituto Superiore di Sanità e dall’Università di Trento, la ricerca ha visto la partecipazione anche di quattro atenei (Università di Trento, Università ”Federico II” di Napoli, Università della Campania Luigi Vanvitelli, Università Milano-Bicocca) e tre centri di riabilitazione, tra cui la Fondazione Istituto Antoniano. 

Conclusa la sua fase formativa preliminare, lo studio verrà presentato il prossimo 27 novembre, presso l’Aula Magna di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi “Federico II” di Napoli.    

La ricerca, sviluppata secondo le principali indicazioni internazionali, utilizza interventi standardizzati, quindi replicabili e confrontabili, rispettando requisiti di sostenibilità. Essa prevede il coinvolgimento anche dei genitori e, per i bambini scolarizzati, il supporto del personale scolastico.