Definita la rosa dei candidati per la scelta delle Regioni benchmark per il 2018. Tra le 5 selezionate, Toscana, al primo posto, seguita da Marche, Umbria, Emilia Romagna e Lombardia, saranno scelte le tre regioni di riferimento per determinare i parametri di riparto del fondo sanitario. Quest’anno il Veneto risulta al sesto posto, mentre l’anno precedente era stato annoverato nelle prescelte, insieme a Marche e Umbria.

Sarà la Conferenza dei presidenti prima e la Stato Regioni poi, a fare la scelta delle tre Regioni a cui fare riferimento per il riparto 2018, come prevede il Dlgs 68/2011.

La classifica è formata in base ai risultati ottenuti dall'individuazione delle Regioni "eleggibili" tra quelle che hanno garantito nel 2014 il rispetto delle condizioni previste, tra cui è requisito fondamentale e imprescindibile che l'erogazione dei Livelli essenziali di assistenza avvenga nel  rispetto  dell'equilibrio economico.

L’IQE, indicatore di qualità ed efficienza, è stato calcolato in base a 19 parametri.

L'elaborazione degli indicatori – il documento consegnato alle Regioni li esamina tutti con risultati e relative tabelle - opportunamente normalizzati come previsto dalla delibera sui costi standard, ha portato alla definizione della graduatoria finale delle 5 Regioni risultate eleggibili, nel cui ambito la Conferenza Stato-Regioni dovrà scegliere le 3 Regioni, tra cui obbligatoriamente la prima, che rappresenteranno il benchmark per il calcolo del costo medio standard, (ottenuto come media ponderata dei costi delle 3 regioni benchmark per ciascuno dei tre  livelli di assistenza). 

Documentazione

“Gustare la vita, curare le relazioni”: XXII Convegno Nazionale di Pastorale della Salute

Si svolgerà in due sessioni il prossimo Convegno Nazionale di Pastorale della salute organizzato on line dall’Ufficio Nazionale della CEI per la Pastorale della Salute. Dal 3 al 10 maggio si svolgeranno 14 sessioni tematiche, dall’11 al 13 maggio tre sessioni plenarie.

Scarica il programma