E’ iniziato l’esame degli emendamenti alla legge di Bilancio in V Commissione al Senato. Tra gli argomenti trattati, ci sono anche possibili interventi sulla sanità da finanziare con i proventi delle risorse derivanti dall’emendamento della Commissione Sanità che propone di variare la tassazione dei tabacchi in modo da assicurare un gettito di almeno 600 milioni di euro su base annua destinato a finanziare le cure palliative per 100 milioni e i farmaci oncologici innovativi per 500.
 
Tuttavia, dato che il Fondo per gli innovativi oncologici (in tutto 500 milioni annui) è già finanziato in modo strutturale con una quota vincolata del Fondo sanitario stabilita dalla legge di Bilancio dell'anno scorso, quei 500 milioni in più derivanti dalle tasse sul fumo potrebbero andare a finanziare altre poste sanitarie - dai contratti per il personale (pubblico e privato si spera), all’abolizione del superticket, al finanziamento della ricerca - come auspicato dalla prima firmataria di quell'emendamento la presidente della Commissione Sanità De Biasi.