Il femminicidio e la violenza di genere sono un’emergenza reale in Italia, nonostante leggi, manifestazioni e battaglie sociali portate avanti da tempo. Per dare risposte efficaci e adeguate è al vaglio della Stato Regioni il documento-quadro con le linee guida del percorso di presa in carico delle donne vittime di violenza. Il testo del documento destinato ad Asl e ospedali è ricco di dettagli e dovrebbe finalmente assicurare interventi precisi non solo a livello sanitario.  Oltre al trattamento diagnostico-terapeutico, infatti, ci sono indicazioni sulla rilevazione del rischio di revittimizzazione, sul sostegno alle famiglie e sulle procedure messe a punto dai genetisti forensi per la corretta refertazione delle prove che poi potranno essere usate in tribunale. L’ospedale dovrà essere considerato sempre più punto di riferimento per le donne che hanno subito violenza, e per questo sarà necessario preparare il personale sanitario attraverso adeguati percorsi formativi. Le linee guida fanno il tandem con il Piano nazionale anti violenza 2017-2020. Dopo l’approvazione, i provvedimenti saranno operativi in tempi brevi, anche in vista del 25 novembre, Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne.