È stata firmata nei giorni scorsi a Modena la “Carta del dono”, promossa dal Centro Nazionale Sangue, dal Centro Nazionale dei Trapianti, dalle Associazioni di Volontariato e dal Ministero della Salute. Il documento fissa una serie di principi e impegni per la promozione del dono biologico (cioè di sangue, emocomponenti, cellule, tessuti, organi e nutrienti come il latte) e per la tutela della sua natura ibera, volontaria, consapevole, responsabile e non remunerata. “Sono orgogliosa di aver siglato la Carta del Dono – ha detto il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin - . Una firma che segna un importante passo verso il dono volontario libero, consapevole, non remunerato e anonimo”. “Il sistema della donazione – ha ricordato Lorenzin - , che è gratuita, è la base del nostro sistema, un valore che dobbiamo difendere perché non c’è mercato in questo Paese. Sembra, per chi non ne ha contezza, una cosa scontata, ma non lo è per niente. E’ un valore che dobbiamo assolutamente difendere perché questo tema della donazione della nostra salute ad altri è un principio identitario della nostra società e ci fa fare un passo in avanti rispetto ad altre realtà”. “E’ una lista aperta a livello nazionale – ha concluso Lorenzin - ed è l’inizio di questa campagna del dono, ovvero di un lavoro di potenziamento della rete, del network del volontariato nel nostro paese ed in questo caso dell’associazionismo che si occupa della gratuità del dono biologico”.

Documentazione

“Gustare la vita, curare le relazioni”: XXII Convegno Nazionale di Pastorale della Salute

Si svolgerà in due sessioni il prossimo Convegno Nazionale di Pastorale della salute organizzato on line dall’Ufficio Nazionale della CEI per la Pastorale della Salute. Dal 3 al 10 maggio si svolgeranno 14 sessioni tematiche, dall’11 al 13 maggio tre sessioni plenarie.

Scarica il programma