Apertura da parte di AIFA all’utilizzo dei farmaci biosimilari, ma con le dovute cautele. Il position paper presentato da AIFA ha stabilito due importanti novità: primo, il principio dell’intercambiabilità, ovvero i biosimilari sono prodotti intercambiabili con i corrispondenti originatori di riferimento; secondo, l’intercambiabilità vale tanto per i pazienti naive, mai trattati prima, quanto per i pazienti già in cura con un farmaco biologico. I biosimilari sono certamente uno strumento indispensabile a garantire l’accesso tempestivo alle terapie innovative in aree come l’oncologia, la reumatologia, la gastroenterologia e la dermatologia, tuttavia resta da verificare ancora meglio proprio il principio di intercambiabilità specie nei pazienti che sono avviati a un trattamento con farmaci biologici. Fermo restando che l’utilizzo dei biosimilari sia garantito dal medico che ha in cura il paziente e sia supportato da un percorso rigorosamente scientifico. Il pericolo da scongiurare è che non diventi solo un’opzione terapeutica basata sul principio del risparmio.

Documentazione

“Gustare la vita, curare le relazioni”: XXII Convegno Nazionale di Pastorale della Salute

Si svolgerà in due sessioni il prossimo Convegno Nazionale di Pastorale della salute organizzato on line dall’Ufficio Nazionale della CEI per la Pastorale della Salute. Dal 3 al 10 maggio si svolgeranno 14 sessioni tematiche, dall’11 al 13 maggio tre sessioni plenarie.

Scarica il programma