Don Vincenzo Sorce, presidente dell’Associazione “Casa Famiglia Rosetta”, è stato recentemente insignito del Premio Rocco Chinnici. Giunto alla sua XV edizione, il riconoscimento è destinato a chi negli anni ha contribuito efficacemente all’affermazione della cultura della legalità e alla lotta alla mafia. Ad accompagnare don Vincenzo Sorce per il ritiro del premio, un gruppo di ragazzi delle Comunità Terra Promessa, La Ginestra e L’Oasi. Richiamando le parole del Giudice Chinnici, Don Sorce ha ricordato l’importanza di dare attenzione ai giovani, ribadendo che “chi lotta contro le droghe, lotta anche contro la mafia”. Pensiero, questo, condiviso e ripreso dal Presidente del Parlamento dell’Unione Europea, Antonio Tajani, anch’egli premiato.