ALL’IRCCS S. Maria Nascente l’esperienza del “Carelab

Si terrà mercoledì 19 dicembre, alle ore 14, al Centro Irccs “S. Maria Nascente” Fondazione Don Gnocchi di Milano (via Capecelatro, 66 - Palestra - Edificio F, piano – 1), un incontro dedicato all’esperienza del CARELab (Computer Assisted REhabilitation Lab), laboratorio di clinica e di ricerca attivato l’Irccs milanese della Fondazione Don Gnocchi per la riabilitazione tecnologicamente assistita del bambino.

Alle ore 14 è in programma un “Concerto partecipativo da camera Esagramma”, con musiche di George Gershwin e Edward Grieg. Seguiranno i saluti istituzionali da parte di Francesco Converti (direttore generale Fondazione Don Gnocchi), Maria Chiara Carrozza (direttore scientifico Fondazione Don Gnocchi), Roberto Costantini (direttore Irccs “S. Maria Nascente” e vicedirettore generale) e Lucia Angelini ( direttore Dipartimento Neuropsichiatria e Riabilitazione Età Evolutiva Irccs “S. Maria Nascente”).

Dalle ore 15, si terrà la sessione scientifica, con moderatori Nardo Nardocci (direttore Dipartimento Neuroscienze Pediatriche, Irccs Istituto Besta) e Furio Gramatica (direttore Sviluppo Innovazione, Irccs “S. Maria Nascente”). Interverranno Elisa Maria Fazzi, Ivana Olivieri, Carolina Zorzi e Paolo Meriggi, con successiva visita al CARELab.

Il laboratorio di clinica e di ricerca CARELab è stato sviluppato dall’Unità Operativa di Neuropsichiatria Infantile dell’Irccs “S. Maria Nascente” per la riabilitazione tecnologicamente assistita dei giovani in età evolutiva: si tratta di uno spazio fisico per lo studio e l’integrazione di soluzioni tecnologiche innovative e per la verifica della loro efficacia nella pratica clinica. Nella progettazione di questo spazio, particolare attenzione è stata rivolta a nascondere, con opportuni accorgimenti strutturali e allestimenti mirati, la sofisticata tecnologia presente. Questo al fine di consentire al bambino di sperimentare, in una situazione di realtà virtuale, un’attività riabilitativa ludica, immersiva ma priva di artificiosit.

Il cuore di CareLab è la piattaforma software VITAMIN (Virtual realITy plAtform for Motor and Cognitive rehabilitatioN), costituita da tre componenti che comunicano e interagiscono tra loro. Si tratta del Control Hub, il modulo principale di governo delle varie funzionalità della piattaforma e di gestione dell’interfaccia utente-lato terapista, il Game Engine, motore multimediale dei giochi riabilitativi, e la Sensor Interface, modulo di acquisizione, elaborazione e trasmissione delle informazioni provenienti dai sensori verso le due componenti precedenti. Da segnalare che piattaforma VITAMIN ha ottenuto nei mesi scorsi la certificazione quale dispositivo CE medicale di classe I. Grazie a questa complessa procedura, VITAMIN può essere oggi inserita nella banca-dati dei dispositivi medici, con il conseguente riconoscimento come dispositivo elettromedicale dal ministero della Salute.

Un numero crescente di piccoli pazienti è oggi in trattamento al CARELab e il gradimento risulta alto, sia da parte dei bambini che dei genitori. Raggiunta una buona consistenza numerica di bambini trattati, sta per essere avviato un trial clinico che metterà a confronto i risultati ottenuti con la riabilitazione tecnologicamente assistita con quelli della riabilitazione tradizionale.