L’ospedale classificato San Camillo di Treviso potenzia ulteriormente la sua capacità di risposta agli utenti con investimenti di avanguardia in ambito diagnostico – tecnologico.

Una modernissima Tomografia Computerizzata con sistema Revolution Gsi a 128 strati, che permette di realizzare qualsiasi tipo di indagine usando dosi di raggi X molto inferiori rispetto alle tecnologie precedenti, è stata recentemente inaugurata alla presenza del presidente della Regione Veneto Luca Zaia, che ha potuto verificare personalmente anche il termine dei lavori di ristrutturazione dei locali del Servizio di Radiologia.

L’investimento del nosocomio, che opera in stretta sinergia con l’Azienda Ulss 2 Marca Trevigiana, con la quale integra tutti i servizi di medicina fisica e riabilitazione, è stato complessivamente di 950 mila euro.