Promuovere il benessere del paziente e informare i cittadini sull’importanza della prevenzione. È questo l’obiettivo che ha portato, nei giorni scorsi, il Direttore Generale della Banca del Territorio Lombardo, Matteo De Maio, e il Direttore Generale di Fondazione Poliambulanza, Alessandro Triboldi a firmare un’inedita convenzione tra BTL Banca e Poliambulanza.

L’accordo consentirà ai Soci BTL over 60 di usufruire di un “bonus salute” di 150 euro riservato a chi effettuerà, presso l’istituto ospedaliero bresciano, un poli check up, comprensivo di oltre venti esami da svolgere nell’arco di una mattinata e la visita finale di uno specialista. Si tratta di un’iniziativa in linea con lo scenario degli ultimi anni, in cui si è assistito sempre più ad una crescita costante di attenzione nei confronti della salute intesa non solo come assenza di malattia ma come benessere fisico, psicologico e sociale, dove lo stile di vita corretto gioca un ruolo di primo piano nella prevenzione delle malattie cronico-degenerative.

“Poliambulanza da tempo si impegna nel promuovere progetti volti a migliorare la qualità di vita dei cittadini – commenta Alessandro Triboldi, Direttore Generale di Fondazione Poliambulanza -. Non è possibile oggi sottovalutare i benefici che un’alimentazione sana e la cessazione dell’abitudine al fumo apportano alla salute. Abbiamo perciò promosso iniziative in tal senso, nonché altre mirate a implementare check up generali e controlli focalizzati su specifici organi o specifiche potenziali patologie. Siamo quindi lieti della convenzione siglata con BTL che ci consente di rinnovare ancora una volta il nostro impegno per il benessere della popolazione”. Ed è proprio l’interesse per il cittadino che ha portato BTL ad aderire all’accordo “Questa inedita proposta, grazie alla disponibilità dimostrata dall’istituto Poliambulanza di Brescia, - ha spiegato Matteo De Maio, Direttore di BTL – si inserisce in un più ampio progetto dedicato ai nostri 7.700 soci che ha come obiettivo una rinnovata attenzione ai temi del welfare. Pensiamo che come banca del territorio, questa iniziativa possa davvero guardare al bene dei nostri associati”.