Da oggi in poi sarà una quercia piantata nel cuore operativo dell’Associazione Casa Famiglia Rosetta a Caltanissetta, a testimoniare  la solidità del messaggio spirituale lasciato dal Padre Fondatore Don Vincenzo Sorce. Il possente albero, è stato benedetto sabato scorso dal  Cardinale Paolo Romeo,  nel corso della celebrazione della Santa Messa inaugurale del percorso di preparazione alla Pasqua che come ogni anno vede operatori ed ospiti unirsi per meditare su “Terapia e Spiritualità”, due cardini dell’Associazione “Casa Famiglia Rosetta guidati  dal gruppo di catechesi costituito all’interno nelle comunità terapeutiche fondate da padre Vincenzo Sorce.

Durante la celebrazione di sabato è stato anche  amministrato il Sacramento della Cresima a 14 residenti ospiti della comunità, che hanno completato il percorso di formazione e la catechesi all’interno del programma terapeutico. Una delle ragazze è stata anche battezzata.

Terapia e spiritualità sono dunque, ancora una volta, indissolubilmente legate nell’operato dell’Associazione. Come lo stesso don Vincenzo ha scritto nel suo libro “Giocarsi la vita per Dio o per il denaro. Spiritualità e terapia per i giocatori d’azzardo”: «…ogni ambito può sempre essere attraversato dalla notte e sempre può registrare la vittoria della luce», parole che fanno comprendere l’importanza di un vissuto di spiritualità nel contesto terapeutico, dove l’uomo è al tempo stesso destinatario e protagonista della terapia.