Residenza Anni Azzurri. E’ stata inaugurata il 4 pomeriggio scorso la nuova residenza del Gruppo Kos  Valdaso di Campofilone I primi pazienti Covid post critici sono già  stati presi in carico. Si tratta di una tipologia di pazienti stabilizzati, Covid post critici in riabilitazione estensiva e in via di ripresa rispetto alla fase acuta i quali necessitano di un periodo di ricovero ospedaliero finale protetto e supportato da presidi e personale in grado di garantire adeguata assistenza sanitaria prima del rientro a domicilio.

Per il momento il modulo prevede 20 posti letto con la prospettiva di potenziarne ulteriormente la disponibilità. L’accordo temporaneo siglato con Asur , infatti, prevede infatti fino a 100 posti letto per pazienti inviati da ospedali pubblici e privati accreditati.

Con questo modulo di 20 posti letto a Campofilone, il Gruppo Kos ha attivato a supporto della sanità pubblica nella gestione di questa emergenza due strutture, la clinica Villa Pini di Civitanova Marche dove, grazie alla sua solida organizzazione, è stato avviato un Polo Covid per pazienti acuti e sub acuti, e, appunto, la Residenza Anni Azzurri Valdaso per pazienti stabilizzati.

La Residenza fermana si è organizzata con la massima attenzione, predisponendo tutte le misure e i dispositivi di protezione individuale necessari per la tutela del personale.