L’ospedale camilliano Santa Maria della pietà di Casoria  ha messo a disposizione della regione Campania 115 posti e circa 200 dipendenti sanitari, per i ricoveri ordinari o di pazienti COVID-19. Sabato mattina il  direttore generale Fratel Carlo Mangione, accompagnato dal direttore sanitario del presidio Dott. Domenico Maglione, ha stipulato l’accordo con la regione Campania per questa fase di emergenza.. "Osserviamo l’ energia che si sta mettendo nel creare, posti letti ex novo – ha detto fratel Mangione - , e non comprendiamo come mai le strutture accreditate con la Regione Campania restano deserte di pazienti". In realtà l’ospedale, punto di riferimento per i cittadini, sin dall’inizio dell’emergenza Covid -19 aveva bloccato l’attività quotidiana e addirittura messo in ferie forzate i propri dipendenti. Ma i  suoi complessivi 120 letti erano rimasti vuoti. E’ per questo che don Mangione ha avuto l’idea di rivolgere un appello video al presidente della Regione De Luca, registrato nel piazzale interno dell’ospedale circondato da tutti i suoi dipendenti. Il video ha avuto ampia risonanza e non è rimasto inascoltato. Sabato mattina è arrivata la firma dell’accordo. In Campania ci sono numerose strutture convenzionate in grado di mettere a disposizione della regione una grande parte dei tremila letti di cui dispongono.