Un sostegno psicologico interamente dedicato ai pazienti affetti da Covid-19 e alle loro famiglie, agli utenti in quarantena positivi al tampone e/o in isolamento, è il progetto “Supporto Psicologico” coordinato dal servizio di Psicologia dell’Ospedale Israelitico. Una iniziativa che si occupa della gestione dello stress generato dalle difficili condizioni di pressione emotiva e psicologica imposte dal Coronavirus.

Una équipe di psicologi è a disposizione con uno spazio anonimo e riservato per l’ascolto e il supporto psicologico, per gestire al meglio le paure e le ansie originate dal coronavirus, sostenendo le condizioni di solitudine, di sconforto e preoccupazione dovute all’emergenza Covid-19.

“L’era del Covid ha sovvertito le regole delle relazioni sociali e terapeutiche – ha commentato Diana Coen, Responsabile del Servizio di Psicologia dell’Ospedale Israelitico – Mai come oggi ci troviamo ad affrontare timori e sensazioni che, soprattutto per i pazienti ricoverati in ospedale e per il personale che ruota loro intorno, sono legati, al di là degli aspetti clinici, alla paura e all’isolamento. L’ansia e il disorientamento non possono fermare la nostra progettualità futura. Dare il nostro supporto per accompagnare pazienti e familiari nel percorso psicologico per individuare nuove strategie di reazione allo stress è il nostro impegno attuale.”

Nel massimo rispetto della privacy, sarà possibile prenotare gratuitamente un appuntamento con uno degli esperti contattando i numeri 0665589333 o 0665589411, da lunedì a venerdì.

 

 

Documentazione

“Gustare la vita, curare le relazioni”: XXII Convegno Nazionale di Pastorale della Salute

Si svolgerà in due sessioni il prossimo Convegno Nazionale di Pastorale della salute organizzato on line dall’Ufficio Nazionale della CEI per la Pastorale della Salute. Dal 3 al 10 maggio si svolgeranno 14 sessioni tematiche, dall’11 al 13 maggio tre sessioni plenarie.

Scarica il programma