Il cinema al letto del paziente

 

Al Policlinico Gemelli il cinema torna in corsia con proiezioni via streaming. Nei mesi di dicembre e gennaio, i ricoverati potranno vedere i film direttamente nei monitor tv presenti nelle stanze di degenza.

Il servizio è assicurato dalla partnership tra MediCinema Italia Onlus e Infinity, il servizio di video streaming on demand del Gruppo Mediaset, e grazie alla disponibilità tecnologica della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS.

Questa collaborazione permetterà a Medicinema di continuare la sua mission “generare sollievo attraverso il cinema”, usandolo come terapia là dove c’è sofferenza o disagio, e per accompagnare il paziente nel suo percorso di cura. Ogni giovedì, a partire dal 10 dicembre alle ore 16.00, verranno proposte storie divertenti, a lieto fine, che possano tenere compagnia ai pazienti in attesa del Natale.

“E’ importante che questo progetto di terapia con il cinema prosegua anche durante l’emergenza Covid-19 che purtroppo non ci ha permesso di conservare uno spazio di socializzazione, quale è la Sala Medicinema all’8° piano del Gemelli – ha sottolineato Marco Elefanti, Direttore Generale del Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS - Grazie alla collaborazione di Infinity, che ringraziamo, riusciamo ugualmente a offrire ai pazienti occasioni di svago, portando il cinema al letto di degenza durante la permanenza in ospedale. È anche questo un modo di prenderci cura dei malati nella loro integralità, dando concretezza all’obiettivo di umanizzare la vita ospedaliera”.

Tra i film in programmazione a dicembre “La banda dei Babbi Natale”, “The family man”, “Il mio amico Nanuk”.

 

  

Una unità mobile di mammografia per la Carovana della Prevenzione

  

Donata dalla Città Metropolitana di Roma Capitale una Unità Mobile di Mammografia a supporto delle attività della Carovana della Prevenzione dei tumori del seno. La cerimonia di inaugurazione si svolgerà il prossimo 9 dicembre, presso il piazzale di ingresso del Policlinico Gemelli, alla presenza della sindaca di Roma, Virginia Raggi, di Marco Elefanti, Direttore Generale della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS e di Riccardo Masetti, Presidente di Komen Italia.

La nuova Unità Mobile opererà non solo a sostegno delle donne in stato di bisogno che non rientrano nello screening, ma anche per supportare l’attuale emergenza sanitaria e il ritardo delle richieste che si è creato a causa della pandemia (sempre su segnalazione delle ASL locali).

La “Carovana della Prevenzione” è un nuovo progetto, avviato in autunno, ideato dalla Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli e alla Susan G. Komen Italia per offrire gratuitamente prestazioni cliniche e diagnostiche di prevenzione, soprattutto alle categorie più svantaggiate.

Svolto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il Patrocinio del Ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di Sanità, il progetto si avvale della  collaborazione del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, del Dipartimento della Amministrazione Penitenziaria, di istituzioni sanitarie e organizzazioni no-profit delle diverse regioni italiane tra cui, nel Lazio, Casa Scalabrini 634 e del  supporto di partner pubblici e privati, come la Fondazione Johnson&Johnson ed Enel Cuore Onlus.

 

 Il Policlinico Gemelli promosso a pieni voti per la “Cura della Casa comune”  

La Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS supera con successo la visita ispettiva di Bureau Veritas a 5 anni dal conseguimento della certificazione ISO 50001.

Primo ospedale italiano ad avere ottenuto la prestigiosa certificazione, il Gemelli conferma il costante impegno nel ricercare l’efficienza energetica.

Nonostante le condizioni di emergenza che vedono la Fondazione impegnata in prima linea nell’affrontare la pandemia da COVID-19, il nosocomio romano ha voluto dare concretezza, stimolo e continuità agli investimenti nell’efficienza energetica. Il Direttore Operations della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS, Massimo Marin, spiega come investimenti, formazione e buone pratiche rappresentino l’architrave dell’approccio alla ‘cura della Casa comune’.

“Ogni giorno – ha affermato Marin - cerchiamo di mettere in pratica gli insegnamenti del magistero papale con l’Enciclica ‘Laudato Si’, consegnata alla riflessione non solo di tutti noi cattolici, ma di tutti gli abitanti del pianeta Terra, e con la recente Enciclica ‘Fratelli tutti’, che ha per noi una forte dimensione giuslavoristica e operativa. In questo vediamo un forte collegamento con gli insegnamenti di Papa Francesco da realizzare anche nella gestione di un sistema complesso come quello di produzione e autoconsumo dell’energia del Policlinico Gemelli”.

“Il Sistema di Gestione Energia è una sala controllo tecnologica e multilivello. È stato pazientemente implementato anno dopo anno, avendo sempre come obiettivo la possibilità di interrogare a distanza ogni nuovo reparto e apparecchiatura sottesa al fine di monitorare costantemente il funzionamento del cogeneratore ad alto rendimento che abbiamo nel nostro campus” – ha aggiunto Carlo Pesaro, energy manager del Gemelli ed esperto di Gestione Energia CEI UNI 11339.

L’ospedale può essere paragonato a una città di 30 mila abitanti, con consumi di circa 50 milioni di kWh ogni anno e di circa 16 milioni di m3 di gas naturale. Il sofisticato impianto di cogenerazione fornisce alla struttura oltre il 60% del fabbisogno energetico interno (elettricità ed energia termica), mentre l’istallazione di 12 assorbitori consentono nella stagione estiva di trasformare il calore in freddo ossia di climatizzare gli ambienti sfruttando il calore come fonte energetica.

Nell’ottica del miglioramento continuo, oltre alle azioni poste in essere ogni giorno, su base semestrale il Gruppo di Gestione Energia (guidato da Carlo Pesaro e coadiuvato dai consulenti della società EfficiencyKnow) si confronta con l’alta direzione sui dati sulla diagnosi annuale dell’energia dell’intero sistema e sui risultati raggiunti rispetto alle previsioni, andando ad identificare le aree di intervento volte ad un innalzamento del livello di efficienza della rete.

 

Documentazione

“Gustare la vita, curare le relazioni”: XXII Convegno Nazionale di Pastorale della Salute

Si svolgerà in due sessioni il prossimo Convegno Nazionale di Pastorale della salute organizzato on line dall’Ufficio Nazionale della CEI per la Pastorale della Salute. Dal 3 al 10 maggio si svolgeranno 14 sessioni tematiche, dall’11 al 13 maggio tre sessioni plenarie.

Scarica il programma