E’ stata sottoscritta proprio in questi giorni la nuova convenzione tra l’Irccs – Ospedale Classificato Oasi di Troina e l’Assessorato Regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali,  in merito al riconoscimento delle cosiddette “Funzioni Assistenziali” per gli anni 2020/2022. Unica finestra temporale rimasta fuori dalla Convenzione rispetto anche agli anni precedenti il 2019. L’Istituto nonostante ciò si è fatto carico di questi ulteriori oneri sia per l’anno 2019, sia per l’anno in corso, in piena emergenza sanitaria.

La nuova convenzione testimonia  l’apprezzamento da parte del Governo Regionale nei confronti dell’Istituto Oasi di Troina per la sua attività medico- sanitaria, scientifica, e la qualificata professionalità sul piano diagnostico, terapeutico, riabilitativo ed educativo a favore dei disabili.

Nel provvedimento legislativo si assegnano all'Irccs di Troina cinque milioni di euro all'anno. Tra le novità, rispetto al triennio precedente, nella Convenzione è stato aggiunto un milione di euro in più a seguito di un doppio passaggio parlamentare nell’Assemblea Regionale Siciliana, nel mese di aprile scorso, durante il dibattito per la finanziaria regionale.

Altra novità contenuta nel provvedimento legislativo, è il rapporto diretto tra l’Irccs Oasi di Troina e l'Assessorato, in merito alla remunerazione e rendicontazione dei fondi, ovvero non ci saranno altri organismi intermedi. 

La convenzione è stata sottoscritta dal presidente dell’Irccs di Troina, Don Silvio Rotondo, in qualità di legale rappresentante dell’Istituto e il Dirigente Generale del Dipartimento Regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali, dottor Rosolino Greco.

Siamo soddisfatti di questo riconoscimento – commenta Don Silvio Rotondo – che consolida sempre più la nostra attività e il nostro impegno a favore dei disabili e delle loro famiglie. Ringrazio tutti coloro che a vario titolo si sono impegnati per rinnovare la Convenzione, poi un ringraziamento particolare all’Assessore Scavone, al Presidente della Regione on. Nello Musumeci e tutta la sua giunta di governo che convintamente hanno approvato il nuovo schema di convenzione, e dunque hanno creduto nell’Oasi, nella sua mission e nel valore delle attività e prestazioni che quotidianamente vengono esercitate per garantire cura e assistenza ai più deboli. Un'altra bella pagina di storia per il nostro Istituto che arriva nel giorno in cui viene anche e finalmente annunciata la liberazione dei 18 pescatori di Mazara del Vallo trattenuti in Libia da oltre tre mesi".

 

Documentazione

“Gustare la vita, curare le relazioni”: XXII Convegno Nazionale di Pastorale della Salute

Si svolgerà in due sessioni il prossimo Convegno Nazionale di Pastorale della salute organizzato on line dall’Ufficio Nazionale della CEI per la Pastorale della Salute. Dal 3 al 10 maggio si svolgeranno 14 sessioni tematiche, dall’11 al 13 maggio tre sessioni plenarie.

Scarica il programma