L’IRCCS Ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar è stato inserito tra i centri vaccinali della provincia di Verona. Su richiesta dell’Ulss 9, dall’8 marzo la struttura ospedaliera della Valpolicella ha iniziato la somministrazione della profilassi vaccinale anti SARS COV2 alla popolazione, ad iniziare dagli insegnanti e dai pazienti oncologici in carico all’ospedale stesso. Le liste per gli insegnanti vengono fornite dall’Ulss 9, con una organizzazione che permette di trattre 200 persone al giorno, dal lunedì al giovedì dalle ore 15 alle ore 18. I pazienti oncologici sono invece chiamati dall’ospedale. Per loro la somministrazione avviene dal lunedì al giovedì dalle ore 18 alle ore 19 e il venerdì dalle ore 15 alle ore 19.

Gli interessati dovranno recarsi al Centro prelievi, collocato al primo piano del nuovo ingresso di viale Rizzardi.

“Come presidio della rete ospedaliera regionale siamo in prima linea fin dall’inizio nella lotta alla pandemia - ha dichiarato Mario Piccinini, AD del nosocomio - e quindi non potevamo non esserlo in questo momento in cui vaccinare, e in fretta, è l’unica arma che possiede il mondo per ricominciare”.

“Mettiamo a disposizione della medicina di prevenzione non solo la struttura – ha continuato - ma anche il nostro personale e la nostra organizzazione, che ci ha permesso in un solo mese di somministrare il vaccino, compreso il richiamo, a circa 2000 dipendenti e agli ospiti delle nostre case di riposo”.