Da giovedì 15 aprile scorso  oltre 100 persone, tra ragazzi disabili che frequentano il Centro (25), loro familiari "care giver" (46), educatori ed operatori sanitari che vi collaborano, sono stati vaccinati presso il Centro Papa Giovanni XXIII di Ancona da un team vaccinale mobile inviato dall'Istituto di Riabilitazione Santo Stefano di Porto Potenza, in collaborazione con ASUR.

Medico, infermieri, anestesista, supporti amministrativi, sono le figure che hanno costituito questo team multiprofessionale che Santo Stefano ha messo a disposizione per le vaccinazioni di coloro che il medico responsabile, il Dr. Massimo Frascarello, non esita a definire "le vere figure eroiche" di questa pandemia. "Sono loro, i ragazzi disabili e forse ancor più i loro familiari e care giver - dice Frascarello - che stanno davvero soffrendo per tutte le restrizioni necessarie di contrasto alla diffusione del virus. Finalmente, con una adeguata copertura vaccinale, questo grande patrimonio di umanità potrà avere un po’ di respiro".

Medico, infermieri, anestesista, supporto amministrativo, sono le figure che hanno costituito questo team multiprofessionale che Santo Stefano ha messo a disposizione per le vaccinazioni presso il Centro Papa Giovanni XXIII di Ancona.

Ricordiamo  inoltre che, nel frattempo, sempre in territorio di Ancona stanno proseguendo le vaccinazioni ai disabili e loro caregiver effettuate presso la clinica Villa Adria-Santo Stefano Riabilitazione.

Sono poco meno di 300, 289 per l'esattezza, i soggetti che, da martedì scorso fino a domani (venerdì), si saranno vaccinati a Villa Adria, in virtù dell'accordo raggiunto tra Asur e Gruppo Kos-Santo Stefano Riabilitazione che rinnova così il suo supporto alla sanità pubblica.