Per i ragazzi dell’Istituto David Chiossone il mese di aprile è stato segnato da diversi eventi comuni. Si era aperto con i lavoretti di Pasqua - pulcini, pecorelle e topolini di lana con gli occhietti vispi – e d è poi proseguito con una serie di attività che hanno coinvolto gli ospiti del Centro Diurno affiancati dagli operatori.

Nelle scorse settimane i ragazzi sono tornati al lavoro con la cartapesta, per realizzare tanti cuoricini rossi e palline da attaccare una ad una riempiendo tutti gli spazi vuoti! 

Le attività si sono poi finalmente potute trasferire anche all’esterno: il passaggio della Liguria in zona gialla qualche giorno fa ha consentito infatti di organizzare una piccola uscita fino al parco di Villa Gruber. Abbracciare un albero, toccare le foglie di un cespuglio o staccare i petali di una margherita sono gesti piccoli, semplici, ma che hanno fatto provare una grande gioia ai giovani, soprattutto dopo un così lungo periodo di mancanza di contatto con la natura.