Con 297 voti favorevoli e 93 contrari la Camera ha approvato il ddl di Stabilità. L’iter continuerà con la seconda lettura in Senato per chiudersi entro il prossimo 23 dicembre.

Tra le novità, l’estensione delle assunzioni straordinarie previste dopo l’entrata in vigore del nuovo orario di lavoro anche al personale tecnico professionale oltre che ai medici e agli infermieri.

E ancora, i pazienti provenienti da Regioni differenti da quella di pertinenza della struttura a cui essi si rivolgono avranno gli stessi diritti di accesso e di erogazione delle prestazioni sanitarie dei soggetti residenti. In tutti gli ospedali, inoltre, verranno istituite le unità di risk management.   

Infine, nessuno sconto obbligatorio (2% rispetto alla spesa del 2014) per l’acquisto da parte del SSN di prestazioni di alta specialità dal privato accreditato e per quelle erogate dagli IRCCS a cittadini residenti in Regioni diverse da quelle di appartenenza degli IRCCS stessi.