Inaugurato il nuovo anno accademico del corso di laurea in Scienze dell’Educazione e della Formazione di Casa Rosetta. La cerimonia si è tenuta a Caltanissetta, nell’auditorium del Seminario vescovile, alla presenza della preside dell’Auxilium, Piera Ruffinatto, e del presidente di Casa Rosetta, Giorgio De Cristoforo. A Milena Santerini, ordinario di pedagogia generale all’Università Cattolica di Milano, è stata affidata la lezione augurale, incentrata sul patto educativo globale e sul mutamento antropologico dell’uomo di oggi.

Attivo dal 2017 grazie alla convenzione che Casa Rosetta ha stipulato con la Pontifica Facoltà di Scienze dell’educazione Auxilium di Roma, il corso, diretto da don Massimo Naro, é articolato in due indirizzi: socio-educativo e per l’infanzia. Si tratta di un percorso di studi atto ad aggiornare gli operatori di Casa Rosetta, ma aperto anche a studente esterni, per offrire al territorio una possibile crescita culturale e professionale, con concreti sbocchi lavorativi.

“La nostra – si legge in una nota di Casa Rosetta - è ancora una piccola realtà costituita da 60 studenti iscritti nella sede di Caltanissetta e da 24 in quella di Partinico, e si avvale di risorse umane specializzate, 35 docenti che operano negli ambiti pedagogico, filosofico, sociologico e psicologico. Allo stato attuale, 30 studenti hanno già conseguito la laurea e altri 18 si apprestano a tagliare il traguardo a fine dicembre”.