#IOCISONO, l’ hashtag della brillante iniziativa musicale solidale lanciata dalla Fondazione Stella Maris a sostegno del Nuovo Ospedale dei bambini e dei ragazzi, cresce ancora grazie ai tanti Artisti che hanno risposto all’invito di lasciare un “mattoncino musicale” per comporre una vera Orchestra di cuori a favore del Progetto. 

E lo fa dando vita a un sito web interamente dedicato all’iniziativa benefica nata da un’idea dell’ Avv. Giuliano Maffei, Presidente dell’IRCCS Fondazione Stella Maris e di Giovanni Niccolai, Grandi Magazzini della Musica. 

Il sito https://iocisono.fsm.unipi.it, che si è acceso oggi con il nuovo videoclip dell’eccezionale musicista e chitarrista Andrea Braido (Vasco Rossi, Celentano, Mina, Zucchero, Ramazzotti e tanti altri), è lo specchio fedele dell’importante iniziativa. Già nella testata è possibile vedere il layout del Nuovo Ospedale stilizzato in un coloratissimo flusso di onde musicali tipiche di un equalizzatore. Ogni Artista è un frame di un vero e proprio caleidoscopio di volti, a rappresentare l’ensemble che caratterizza il sostegno al progetto. Cliccando su ogni singolo “mattoncino” si potrà vedere da subito il video-messaggio, scoprendo poi le caratteristiche dell’Artista, della band o del Gruppo musicale.All’indirizzo https://iocisono.fsm.unipi.it chiunque potrà vedere i contributi donati da ogni musicista che sino ad oggi ha aderito con il semplice passa-parola; potrà conoscerli più da vicino, leggendo i testi di presentazione e navigando nelle pagine ricche di spunti, immagini e informazioni. I banner che si innestano tra i vari contributi sono invece stati realizzati dal Graphic-Designer Riccardo Lazzeri da sempre molto vicino a Stella Maris. Il sito è stato creato e sviluppato dall’agenzia di comunicazione  Giango di Siena.

Sempre dal sito, ogni persona potrà conoscere ogni aspetto dell’iniziativa, scoprendo il progetto del Nuovo Ospedale, la realtà dell’IRCCS Fondazione Stella Maris, comprendere le modalità di adesione e sottoporre il proprio video-messaggio al vaglio degli organizzatori dell’evento. Chi vuole, inoltre, potrà anche fare una donazione.