L' Auxologico è entrato a far parte della rete Global Green and Healthy Hospitals di HealthCare Without Harm, ONG che opera a livello internazionale per rendere il settore sanitario più sostenibile dal punto di vista dell’impatto ambientale.

Si tratta di una comunità globale di oltre 1600 istituzioni sanitarie in oltre 70 paesi che lavorano per migliorare la sostenibilità ambientale delle proprie strutture e per promuovere questa cultura all’interno dei loro ambienti.

In Italia, Auxologico è tra le primissime realtà ospedaliere a entrare in questa rete che gli consentirà non solo di avere accesso a informazioni, dati e ricerche in questo ambito, ma anche di prendere parte a progetti concreti, apprendere da altre organizzazioni e seguire un protocollo di sostenibilità ambientale riconosciuto a livello internazionale. 

Le strutture ospedaliere si trovano ad affrontare una delle più grandi sfide nella storia recente della sanità, in termini di sostenibilità ambientale: com'è noto, gli ospedali sono necessariamente, per garantire ricoveri, cure e analisi 365 giorni all’anno, entità energivore con necessità di smaltire in modo corretto ed ecologico i rifiuti ospedalieri.

Recenti studi condotti a livello globale dimostrano che, se la sanità fosse uno stato, sarebbe il 5° paese per emissioni di gas serra dopo Stati Uniti, Cina, Europa. Un paradosso, se pensiamo che l’obiettivo primario della sanità è proteggere e promuovere la salute delle persone.

In questi anni l' Auxologico ha intrapreso molte scelte concrete per ridurre l’impatto ambientale, come l’introduzione di pannelli fotovoltaici, di impianti più performanti sul consumo energetico, la sostituzione della plastica con materiale compostabile nelle mense e l’introduzione di erogatori d’acqua e di miscelatori con fotocellula per limitare lo spreco di acqua, la progressiva estensione delle luci a spegnimento automatico e molte altre.

L'Istituto Auxologico, istituto di ricerca e cura, vuole essere un attore protagonista e responsabile del cambiamento di approccio nell’utilizzo sostenibile delle risorse e svolgere un ruolo di esempio positivo per le altre organizzazioni sanitarie, i nostri fornitori, i nostri pazienti e la comunità aziendale.