In occasione della Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza sulle Donne, Casa Rosetta ha rafforzato il suo impegno quotidiano nella lotta contro questo problema sociale. Attraverso i suoi programmi interni e gli incontri formativi esterni, principalmente rivolti ai giovani, Casa Rosetta si impegna costantemente nella promozione della dignità personale, del rispetto reciproco e della consapevolezza sui pericoli delle relazioni tossiche e delle dipendenze patologiche.

Le comunità terapeutiche dell'Associazione, Terra Promessa, La Ginestra e L’Oasi, operano con l'obiettivo di ristabilire valori fondamentali come il rispetto per la persona nella sua interezza e dignità. Secondo il presidente dell'Associazione, Giorgio De Cristoforo, questi temi non sono limitati a un singolo giorno, ma rappresentano una linea guida continua che mira al cambiamento, all'educazione, alla parità di genere, e alla sana affettività.

Dal punto di vista educativo, Casa Rosetta ha tenuto incontri per oltre duecento ore dall’inizio dell’anno, rivolti alla prevenzione delle devianze e dei rischi di dipendenze in vari contesti, inclusi gli ambienti scolastici. Particolare attenzione è stata rivolta a un incontro che si terrà il 24 novembre presso "Al Centro", un luogo di ascolto e aggregazione giovanile gestito da Casa Rosetta, con la partecipazione di studenti del liceo delle scienze umane Manzoni-Juvara. Questo evento includerà riflessioni sul fenomeno della violenza di genere, attraverso presentazioni multimediali, una galleria d'arte, e una pièce teatrale dal titolo “Lei, tu, io”, seguita da un dibattito.

L'utilizzo del teatro come strumento didattico è particolarmente significativo, poiché risponde al bisogno di espressione personale e partecipazione attiva. La rappresentazione teatrale vedrà la partecipazione di membri delle comunità La Ginestra e Terra Promessa, mettendo in scena storie significative che toccano le tematiche di genere. Casa Rosetta sottolinea l'importanza della cultura come mezzo per generare un cambiamento sociale e per porre fine alla violenza di genere, sostenendo che “insieme possiamo fare la differenza”.

 

 

 

 

 

Documentazione

Questionario sulla prevenzione del rischio clinico nelle strutture associate all'Aris.

Scarica il questionario