All’età di 83 anni è morto Aldo Pagni. Medico illustre, grande sostenitore della Medicina Generale, disciplina olistica - era solito affermare - attenta all’uomo nella sua interezza, frutto di una sapiente integrazione tra conoscenze tecnico-scientifiche e approccio psicologico, umano e sociale al paziente.

Numerosi i ruoli di prestigio che hanno caratterizzato la sua carriera professionale. Presidente della Fnomceo, per la prima volta nel marzo del 1997, e poi riconfermato per il triennio 2000-2002, Pagni ha partecipato a numerose commissioni ministeriali ed è stato membro del Comitato Nazionale di Bioetica e del Consiglio Superiore di Sanità. Nel 1982 aveva fondato la Società Italiana di Medicina Generale (Simg), evidenziando il ruolo primario del medico di famiglia all’interno del SSN.