Aumento nel Lazio del numero degli inviti a sottoporsi agli screening oncologici, unitamente alle adesioni da parte dei cittadini. Nel 2017 gli inviti per gli screening di mammella, cervice uterina e colon retto, sono stati complessivamente 1 milione e 744.148 mila, con un numero di adesioni pari a 470 mila e 608.

Le cifre sono state diffuse dalla Regione Lazio, che in una nota scrive: “I dati sottolineano un costante aumento della copertura e della efficacia delle campagne di prevenzione oncologica tanto da evidenziare che in cinque anni è praticamente raddoppiato sia il numero degli inviti che quello delle adesioni”.

“Per la prima volta il sistema sanitario regionale – continua - raggiunge, in tutti e tre gli screening oncologici gratuiti previsti dal piano nazionale, i valori di riferimento previsti dai Lea.”

“L’importanza di aderire agli screening gratuiti – conclude la nota regionale - è confermata dal numero di diagnosi precoci effettuate: attraverso questa attività infatti è stato possibile individuare 5.792 tumori”.