La giunta regionale pugliese ha approvato le integrazioni alla delibera del Piano di riordino ospedaliero (161 del 29.2.2016) «con l’errata corrige che, per un mero refuso nella prima versione, non comprendevano alcune discipline». Lo comunica l’ufficio stampa della Regione Puglia allegando le tabelle che contengono le precisazioni. Tra le discipline, con posti letto, non riportate per errore, ci sono pneumologia, reumatologia, terapia intensiva neonatale, radioterapia oncologica, neurochirugua pediatrica, neuroriabilitazione, nefrologia pediatrica, rianimazione. Inoltre, le tabelle riportano anche i servizi compresi nel Piano di riordino, tra cui ci sono emodialisi, emodinamica, radiologia vascolare e interventistica, servizio immunotrasfusionale, terapia del dolore, tossicologia, medicina iperbarica e dello sport.

Magistero

Il comandamento della prossimità responsabile

Papa Francesco, in un messaggio  indirizzato a Monsignor Vincenzo Paglia, Presidente della Pontificia Accademia per la Vita in occasione del Meeting Regionale Europeo della World Medical Association sulle questioni del “fine-vita” ...Leggi tutto

Servizio Avvenire su Villaggio Eugenio Litta