La maggioranza che governa la Regione siciliana 'salva' il bilancio della Regione destinando i soldi tagliati alla sanità al ripianamento dei debiti contratti in altri settori.
L'Ars infatti ha approvato, con voto nominale (49 favorevoli, 19 contrari e 4 astenuti), l'articolo 7 della finanziaria: la norma taglia 127,8 milioni alla sanità, mettendo a carico del fondo sanitario la rata del mutuo acceso qualche anno fa per coprire i debiti cumulati dal sistema (da quest'anno in utile), finora coperto con fondi del bilancio. La norma è passata con non pochi mal di pancia anche all'interno della maggioranza.