Grazie alla partnership tra ARIS e la Mutua assicurativa SHAM, per gli associati si apre la possibilità di partecipare ad una iniziativa unica in Italia: Il premio SHAM che promuove, fa conoscere e premia economicamente (6mila Euro) i progetti sanitari che rendono le cure più sicure.

 

DI COSA SI TRATTA – Il Premio SHAM per la prevenzione dei rischi raccoglie, confronta e promuove i progetti in corso nelle strutture sanitarie dedicati a rafforzare la gestione del rischio e la sicurezza per le persone assistite e gli operatori. È l’unica iniziativa di questo genere in Italia. Lo scopo non è solo premiare economicamente i progetti e reinvestire il premio di 6000 Euro in sicurezza. Obiettivo dell’iniziativa è, parimenti, diffondere la cultura del Risk Management e far conoscere, a livello nazionale, le migliori pratiche locali sia nella sanità pubblica che, per la prima volta nel 2019, negli Istituti religiosi associati ARIS.

COSA è SHAM - È una Mutua assicurativa, uno degli attori europei di riferimento nel campo della responsabilità civile sanitaria. In quanto Mutua, Sham accompagna i soci assicurati in percorsi di miglioramento e riduzione dei rischi che si avvalgono di strumenti di mappatura specializzati e dell’integrazione tra la gestione del rischio e la gestione dei sinistri. Scopo della Mutua è, altresì, aumentare l’attenzione e la consapevolezza sanitaria sui temi della sicurezza e prevenzione.

LA PARTNERSHIP. L’Associazione Religiosa Istituti Socio-Sanitari italiani e la Mutua assicurativa Sham Italia hanno stretto una partnership sulla base di una missione e una filosofia comuni: operare nell’interesse generale del mondo della sanità contribuendo alla sicurezza delle cure e a diffondere la cultura della prevenzione.

 

QUINDI,COME PARTECIPARE?  Ogni struttura associata ARIS può presentare la sua candidatura senza costi o oneri aggiunti, ma semplicemente presentando un progetto già in corso dedicato ad incrementare la sicurezza, rafforzare la prevenzione, coinvolgere e formare gli operatori nel miglioramento dei servizi erogati.

PER SCARICARE I MODULI PRE-IMPOSTATI E LEGGERE IL REGOLAMENTO: LINK

Ad integrazione delle precedenti comunicazioni e con ESCLUSIVO riferimento alla diffusione di musica in qualsiasi ambiente:

1) se avete una licenza con Soundreef/Lea e diffondente quindi 100% musica non rappresentata da SIAE è sufficiente la licenza che avete. Non cambia nulla e non dovete fare nulla;

2) se avete una licenza SIAE siete autorizzati a diffondere sia il catalogo SIAE che il catalogo Soundreef/Lea e saranno poi le due società a gestire autonomamente le ripartizioni che competono ad ognuna delle due parti. Non cambia nulla e non dovete fare nulla.

Pertanto se avete una licenza SIAE quest'ultima si occuperà di conteggiare e ripartire anche gli eventuali brani di autori Soundree/Lea e se avete una licenza Soundreef/Lea e diffondete il catalogo relativo non avete bisogno di fare nuove licenze.

Di seguito potete scaricare la comunicazione integrale ricevuta da Soundreef"

 
Files:
Integrazione Comunicazione Accordo Soundreef LEA SIAE
Scarica

A seguito della convenzione sottoscritta nel novembre scorso con la mutua di assicurazione Sham di cui su https://www.arisassociazione.it/convenzioni-aris/assicurazioni.html

da quest'anno gli Associati Aris possono proporre la propria candidatura al ‘Premio Sham per la prevenzione dei rischi’.

Il Premio è un’iniziativa unica in Italia ed è dedicata ai progetti che rendono le cure più sicure.

Il Premio Sham ha tre obiettivi: diffondere la cultura della prevenzione in Italia; far conoscere e replicare a livello nazionale le migliori esperienze sul territorio; restituire a livello mediatico un’immagine veritiera dell’ecosistema sanitario in Italia che investe continuamente nella sicurezza. 

Negli ultimi 3 anni sono stati raccontati e promossi oltre 100 progetti che hanno reso le cure più sicure. Facendo questo, il Premio ha contribuito a diffondere la cultura del rischio e a raccontare il vero volto dell’assistenza sanitaria in Italia. Inoltre, tutti i progetti e le interviste a medici, infermieri, dirigenti e risk manager coinvolti, sono stati raccontati sulle pagine di www.sanita360.it, l’unica pubblicazione italiana dedicata al risk management in sanità.

Anche in questa edizione del Premio, i progetti giudicati più innovativi, replicabili e promettenti da una giuria apposita di risk manager esperti riceveranno un premio di 6mila Euro, destinati a essere reinvestiti nella continuazione del progetto stesso.

Vi invitiamo, perciò, a scaricare i moduli e il regolamento che troverete allegati su , e a presentare la vostra candidatura entro e non oltre il 30 settembre 2019, inviando la documentazione debitamente compilata all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per tutte le informazioni necessarie, vi rimando alla pagina del sito di Sham dedicata al Premio 2019: http://bit.ly/PremioSham2019

Grazie per l’attenzione e per la vostra partecipazione.

PREMIO SHAM 2019 Modulo d'iscrizione STRUTTURA PRIVATA SENZA SCOPO DI LUCRO
Scarica

PREMIO SHAM 2019 Regolamento
Scarica

Antonello Soro conclude il suo mandato di Presidente dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali (giugno 2012 - giugno 2019).

Di seguito un'articolata videointervista che traccia il bilancio del suo Collegio nel corso del settennato: https://www.key4biz.it/videointervista-a-antonello-soro-il-bilancio-dellautorita-durante-il-suo-mandato/262897/
Un periodo caratterizzato da un incremento della potenza di fuoco della tecnologia e dall’esplosione del tema della protezione dei dati, come elemento centrale dell'economia digitale, come mai è stato registrato negli ultimi venti anni.

 

In data 10 aprile 2019 SIAE, SOUNDREEF e LEA hanno raggiunto un accordo volto a promuovere uno sviluppo sostenibile del mercato dell’intermediazione dei diritti. Tenuto conto delle evoluzioni normative, come noto, nel territorio italiano sono legittimati ad operare nel mercato dell’intermediazione dei diritti d’autore gli Organismi di Gestione Collettiva (OGC) talché definiti dalla disciplina di settore. Allo stato, in Italia il repertorio musicale, anche straniero, è intermediato dagli OGC SIAE e LEA, ciascuna legittimata a rilasciare licenze ciascuna sul proprio repertorio. Si precisa inoltre che le Entità di Gestione Indipendente (EGI), talché definite dalla normativa di settore, non possono intermediare i diritti d’autore nel territorio italiano; conseguentemente, l’EGI SOUNDREEF ha sottoscritto, per distinte categorie di diritti, accordi di rappresentanza rispettivamente con SIAE e LEA.

Le presenti linee di indirizzo tecnico-operativo intendono fornire agli utilizzatori talune precisazioni volte ad agevolare il perfezionamento dei contratti di licenza necessari all’utilizzazione dei diritti rappresentati dai diversi OGC e, per quanto qui rileva, dalla SIAE.

Di seguito potete scaricare:
1) la comunicazione della SIAE che chiede alle Associazioni di categoria di dare comunicazione dell'accordo ai propri associati e convenzionati;

Nota Prot. n. 508- 2019 del 10.6.2019
Scarica

2) le indicazioni operative per la pubblica esecuzione;

Indicazioni Operative per la Pubblica Esecuzione
Scarica

Ulteriori chiarimenti possono essere chiesti scrivendo a:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure presso ARIS a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

A seguito dell'entrata in vigore del D. Lgs. 35/2017 gli accordi con le associazioni sono stati prorogati precedentemente al 30 giugno 2019. Tale proroga è stata ulteriormente estesa al 31 dicembre 2019 per quanto riguarda la sola disciplina normativa e tariffaria degli stessi accordi, riduzioni incluse. Sono invece confermate le ordinarie scadenze dei pagamenti per le utilizzazioni che si possono trovare su https://www.siae.it/it/servizi-online-term/portale-rinnovi-musica-dambiente.
In allegato la comunicazione ricevuta dalla SIAE.

SIAE_Nota prot. 2-236 Proroga accordi al 31 dicembre 2019
Scarica

Il 24 maggio a Perugia si terrà il convegno "Persone in rete: bilancio del primo anno di applicazione del GDPR" in cui il Garante Privacy farà il punto sulla materia.
Accesso libero fino a capienza della sala. Scarica di seguito il programma:  

Bilancio Primo Anno Applicazione GDPR_2019-05-120_Garante
Scarica

Sta partendo la seconda fase del progetto T4DATA (ossia "Training For Data") che, dopo una serie di attività transnazionale di formazione dei formatori realizzate lo scorso anno, prevede ora iniziative formative a livello nazionale dedicate ai Responsabili della Protezione dei Dati (RPD) operanti presso i soggetti pubblici.


Finanziato con i fondi del Rights, Equality and Citizenship Programme dell’Unione europea (2014-2020), T4DATA coinvolge le autorità per la protezione dati di 5 Paesi Ue - Bulgaria, Croazia, Italia, Polonia e Spagna – oltre alla fondazione Elio e Lisli Basso. Il programma formativo per il 2019 comprende un ciclo di seminari in varie città d’Italia e una vasta offerta di webinar tenuti da esperti giuristi e funzionari e dirigenti del Garante e dedicati ad approfondire numerosi temi del Regolamento (UE) 2016/679 e della disciplina nazionale in materia di protezione dei dati personali, alla luce del primo anno di esperienza.

I webinar saranno disponibili entro maggio su una piattaforma appositamente progettata per la formazione e-learning. Il programma e le modalità di iscrizione saranno resi noti a breve.

Per quanto riguarda i seminari locali, il primo appuntamento è previsto per il 7 giugno ad Ancona (Auditorium Orfeo Tamburi), con un’intera giornata di formazione dedicata al tema “Il trattamento dei dati personali per finalità di cura e ricerca” (per iscriversi: http://www.regione.marche.it/Seminario_RGPD_7_giugno_2019). Seguiranno poi altri incontri in altre località.

Tutte le informazioni sul progetto, comprese le modalità di iscrizione ai vari eventi, sono disponibili, con costanti aggiornamenti, su: www.garanteprivacy.it/regolamentoue/formazione/t4data.