Prendersi cura degli anziani, e più in generale dei più deboli, è “una scelta di civiltà”, un’istanza etica che coinvolge un insieme di valori: l’empatia, l’altruismo, il dono, il bene individuale e comune, il benessere e la qualità della vita. Recenti ricerche in neurobiologia, hanno dimostrato che “Prendersi cura” degli altri, in maniera operosa e feconda, superando la mera ipocrisia da predicatori, genera effetti su alcune aree e neuroni del cervello coinvolti nel benessere e nell’altruismo.

La qualità di una società si misura anche dal rispetto, e dalle conseguenti attenzioni, che vengono rivolte verso i più deboli come gli anziani, i malati ed i bambini. Da questo punto di vista l’assistenza professionale, pur in una logica di supplenza, determinata dal fatto che la cura dovrebbe essere svolta all’interno della famiglia, assume una valenza di “pietas” perché sublima il seppur semplice ma indispensabile servizio di cura.

Scopo principale dell’assistenza è garantire e, conservare il più a lungo possibile, un'ottimale qualità della vita, indipendentemente dall'autonomia individuale; per coloro i quali si trovano in condizioni di parziale o totale dipendenza, l'assistenza assume un'importanza capitale che si esplica principalmente con l'igiene che ha un primo diretto effetto sulla pelle. Questo organo serve al corpo umano per fornire protezione agli organi interni da eventuali germi, ma anche per liberare l’organismo dalle scorie espulse attraverso il sudore; fornisce il senso del tatto e regola la temperatura corporea. È fondamentale quindi mantenerla pulita ed asciutta per fare in modo che continui a rimanere sana. Ciò si ottiene con un metodo antico ed efficace al tempo stesso: il bagno, che determina un duplice effetto di sussidio terapeutico ed igiene. Ma il bagno offre anche altri vantaggi: ritempra le forze, determina benessere psicofisico, grazie al rilassamento muscolare, e allevia gli stati dolorosi migliorando la circolazione periferica.

Senza dubbio, assistere una persona con limitazioni al lavaggio, richiede competenza e strumenti adeguati, perché le comunità degli ospiti presso centri di assistenza sanitaria o altre strutture, rappresentano una variegata galleria di condizioni psico-mentali molto diverse tra di loro. Da questo punto di vista definire il livello di autonomia è uno strumento utile per individuare le potenziali differenze e stabilire il livello di assistenza adeguato che è necessario garantire. Prescindendo dalle capacità psico-motorie di un ospite l'assistenza sanitaria professionale deve porsi come obiettivo lo stimolo delle abilità motorie e nel corso del tempo, al progressivo peggioramento, rispettare le passività.

Per chi si prefigge di realizzare prodotti per il lavaggio assistito, affiancare progettisti, installatori ed operatori sanitari, rappresenta una fondamentale attività al fine di cogliere le peculiarità e le necessità di chi quotidianamente agisce in ambiti tanto specifici, con il fine di tradurre quanto acquisito in prodotti utili, pratici ed usabili.

La vicinanza al cliente, in particolari realtà come gli Ospedali, o le strutture socio-assistenziali, è insito nella cultura della Ponte Giulio e rappresenta il valore aggiunto dell’azienda.
In base alle informazioni e ai dati, acquisiti in fase di analisi, si definiscono le linee guida che consentiranno di completare la progettazione i cui disegni esecutivi, una volta effettuate le operazioni di installazione, verranno archiviati e custoditi da Ponte Giulio.

Per attuare queste procedure è necessario proporre soluzioni operative, rappresentate e definite con il termine generico di “Ambiti”; ogni proposta ha lo scopo di soddisfare situazioni di vita e di lavoro che quotidianamente si realizzano, sia in ambito ospedaliero sia socio-assistenziale.
Dare una risposta ad ogni necessità, dalla più complessa alla più semplice, è l’impegno quotidiano di Ponte Giulio.

Potete trovare una presentazione di quanto sopra alla seguente url:

http://www.pontegiulio.it/articoli/vetrine/collezione_bagno_professionale.html

 

E scaricare la relativa documentazione a questa url:

http://www.pontegiulio.it/pontegiulio/cataloghi-in-pdf.html

 

 

Magistero

Il comandamento della prossimità responsabile

Papa Francesco, in un messaggio  indirizzato a Monsignor Vincenzo Paglia, Presidente della Pontificia Accademia per la Vita in occasione del Meeting Regionale Europeo della World Medical Association sulle questioni del “fine-vita” ...Leggi tutto

Servizio Avvenire su Villaggio Eugenio Litta