Già da fine febbraio le società di servizi e prodotti erogabili in cloud o modalità SaaS avevano pubblicato questa rilevante opportunità sul sito dell’Agid alla pagina:https://solidarietadigitale.agid.gov.it/#/

Pagina ampiamente comunicata dai media di cui abbiamo già dato comunicazione agli associati e in particolare ai ruoli specifici operativi. Nel corso del tempo le offerte si sono moltiplicate da parte di molte aziende e rappresentano oggi un lungo elenco. Senza voler privilegiare qualcuno si ricordano quelle di:

-Microsoft disponibili su; https://news.microsoft.com/it-it/2020/03/03/smartworking-per-le-aziende-italiane-microsoft-italia-e-i-suoi-partner/

-Amazon disponibili su:https://pages.awscloud.com/soilidarietdigitale-contactus_ContactUsPageit.html

-Cisco Webex per le web-conferences:

https://www.cisco.com/c/it_it/solutions/collaboration/smartworking.html

-Wolters Kluwer che ha ampio catalogo di testi giuridico-tecnico-amministrativi: http://info.wolterskluwer.it/SV-WK-Solidarieta-Digitale-Mar2020-Lp

Segnalamo che Google, già presente nell’iniziativa Solidarietà Digitale, sta per rendere disponibile da maggio Google Meet gratis per tutti. Precedentemente era riservato agli utenti abbonati alla G Suite, ora Google Meet è disponibile gratuitamente per tutti

 

Come il servizio rivale Facebook Messenger Rooms richiede l’iscrizione a Facebook per avviare una nuova Room, Google Meet richiede agli utenti di disporre di un account Google, come un indirizzo Gmail. Il livello gratuito prevede una durata della videoconferenza limitata a 60 minuti, anche se la società ha dichiarato che non applicherà tale limite fino a dopo il 30 settembre.

Nel frattempo, Google sta promuovendo la sicurezza della sua piattaforma Google Meet, sfruttando (come altri concorrenti) il punto debole di Zoom, che ha raggiunto una sorprendente platea di oltre 300 milioni di utenti. Ericsson, Daimler e alcune scuole hanno vietato Zoom, secondo quanto riferito da Reuters, a causa di problemi di sicurezza e privacy. Soletto ha dichiarato che Google Meet ora ospita 100 milioni di partecipanti ogni giorno.

Gli utenti potranno accedere a meet.google.com (o utilizzare Google Calendar) per programmare una riunione o scaricare l’app iOS o Android. Solo una settimana fa, Google ha aggiunto una “visualizzazione galleria” (mostrata nella foto di apertura) che può ospitare 16 persone, imitando il layout di Zoom che consente di vedere contemporaneamente tutti i partecipanti alla chiamata.

Il rollout della versione gratuita di Google Meet comincerà a maggio, ma impiegherà diverse settimane a raggiungere tutti gli utenti. È possibile preregistrarsi per essere avvisati della disponibilità per il proprio account dall’indirizzo https://landing.google.com/googlemeet.

Google manterrà il livello a pagamento di Google Meet e gli abbonati alla G Suite avranno vantaggi aggiuntivi: accesso gratuito a funzionalità avanzate come streaming live fino a 100.000 clienti, licenze Meet aggiuntive e accesso gratuito a G Suite Essentials.

G Suite Essentials è un nuovo servizio a pagamento che permette di accedere a funzionalità più avanzate, come la registrazione delle riunioni. La società ha spiegato che, per attivarlo, è necessario rivolgersi al servizio vendite di Google.